Quello che chiamiamo Corona Virus, in realtà ha un nome in codice, che lo identifica correttamente, ed è Covid-19.

Occorre smettere di associare la parola “corona” al virus.
Il nostro subconscio sta di conseguenza associando la parola “corona” a qualcosa di negativo e pericoloso.
Ma la nostra “corona” è il 7° chakra, cioè il centro energetico all’estremità più alta e centrale della nostra testa.

Il settimo Chakra: Sahasrara

Secondo lo yoga questo chakra è la nostra connessione col divino.

Il suo nome sanscrito è Sahasrara e significa letteralmente mille volte tanto, in riferimento ai mille petali di un fiore di loto che si schiudono lentamente, metafora della nostra crescita personale e spirituale che arriva al culmine proprio nella sua corrispondenza. Il mille è, inoltre, un numero estremamente significativo nelle pratiche spirituali della cultura orientale, citato in molti scritti antichi.

In questo chakra la nostra personalità individuale si connette al “Tutto“, molti dicono che si dissolva in questo Tutto… io credo che sia un po’ come una goccia d’acqua salata che entra nell’Oceano Infinito… rimane consapevole di essere goccia, ma ha finalmente trovato la sua casa e la vera connessione con tutte le altre gocce.

La nostra porta wireless

Quando la consapevolezza e l’energia kundalini raggiungono questo livello vibrazionale ed energetico del chakra della corona, l’individuo riesce a liberarsi dalle proprie restrizioni, rompendo “il velo di Maya” (dell’ignoranza e dell’illusione) e aprendosi a una coscienza che amplia la comprensione all’infinito, permettendo di entrare in connessione con tutta la creazione.

La Corona è, di fatto, la nostra porta wireless attraverso cui possiamo ricevere e inviare messaggi, non solo da e per il Divino, ma attraverso la sua infinita rete, da e per tutti gli esseri senzienti, viventi su questo piano o trapassati o esistenti su piani diversi; perché anche le coordinate spazio-temporali perdono senso a questo livello di coscienza.

Grazie a queste comprensione, connessione ed espansione della coscienza, il chakra Sahasrara è di conseguenza connesso ai sentimenti più puri e disinteressati: l’umiltà, l’altruismo, la fiducia, la compassione ed il perdono.

Ogni volta che ripetiamo la parola “corona”, dunque, associandola al virus, stiamo in qualche modo bloccando il settimo chakra. Blocchiamo quel centro di energia che influenza così tanto la corteccia cerebrale, il sistema nervoso e la preziosissima ghiandola pineale.
Questo centro energetico ci aiuta a individuare le nostre vecchie programmazioni inconsce per liberarcene, a coltivare la pazienza, la compassione e a vivere il presente con piena consapevolezza ed apertura. Ci fa vincere gli attaccamenti che creano sofferenza e ci conduce in un dimensione di fiducia nei confronti della sorgente luminosa che ci ha generati.

Quindi è tempo di riappropriarci della nostra Corona, del nostro Regno, su noi stessi e sulla nostra vita. Di sfruttare, in questi tempi di lontananza fisica, la connessione wireless di cui siamo energeticamente dotati. E questo possiamo farlo anche stando comodamente seduti a casa, attraverso una visualizzazione che accompagni il nostro “Reale Essere” (Coscienza superiore, Anima, Scintilla Divina) a sedersi sul trono nel centro della testa.

Commenti

commenti

Share This