Seleziona una pagina
Quando:
30 dicembre 2018@10:00–11:30
2018-12-30T10:00:00+01:00
2018-12-30T11:30:00+01:00
Dove:
Yoga Space Cremona
Via Ugolino Cavalcabò
11, 26100 Cremona CR
Italia
Contatto:
ELENA
3496102654

Ho ideato una lezione yoga intensiva, all’interno della quale la classica meditazione dinamica Osho del cuore sarà impreziosita e resa maggiormente efficace dall’utilizzo di altre tecniche, prima fra tutte la meditazione mindfulness.

  • Meditazione mindfulness, esercizi per vivere il presente, rimanere nel qui-e-ora e lasciar andare il resto.

  • Coerenza cardiaca, per ottenere “centratura”, uno stato ottimale ed efficiente di funzionamento fisiologico, maggiore stabilità emotiva e aumento della lucidità mentale; per entrare in quella dimensione di calma vigile denominata “Stato di Flusso”.
  • Esercizi yoga di profondo radicamento, perché solo irrobustendo le radici posso mettere le ali al cuore.
  • Breve sequenza di posizioni di yoga ratna con mantra, per invitare il Divino ad accendere e nutrire di luce il cuore.
  • Yoga nidra con sankalpa, per immettere nella vita quel cambiamento significativo di cui il cuore sente l’urgenza.

Una di quelle lezioni yoga che ti insegna come “fare yoga” sia molto semplice, sfruttando al massimo la più conosciuta meditazione Osho!

  • Farai esperienza diretta di come tutto, anche tu, faccia parte di un flusso di energia.
  • Imparerai ad essere osservatore e testimone di ciò che accade, senza giudizio: nulla è giusto, nulla è sbagliato, ogni cosa semplicemente “è”.
  • Imparerai ad accedere all’Intelligenza del Cuore.

Recenti studi neuro-cardiologici hanno evidenziato che il cuore possiede un proprio sistema nervoso, dal funzionamento sofisticato, contenente oltre 40.000 neuroni. Una specie di piccolo cervello con la capacità di percepire ed elaborare informazioni in modo indipendente, di prendere decisioni, con memoria e modalità di apprendimento proprie, che non solo risponde alle emozioni ma è in grado di generarne di nuove mediante la propria attività ritmica e che, in realtà, invia più segnali al cervello di quanti non ne riceva. Questi segnali influenzano le funzioni cerebrali legate all’elaborazione delle emozioni e alle facoltà cognitive superiori, quali attenzione, percezione, memoria e problem-solving. Il cuore, di fatto, influenza il cervello e lo informa sui comportamenti più adeguati da tenere.

Quanto è vera, quindi, la celebre frase di Blaise Pascal: “il cuore ha le sue ragioni, che la ragione non conosce”!

Commenti

commenti

Iscriviti alla Newsletter

Hai ricevuto una mail per completare la tua iscrizione

Share This